Chiusure

In questo articolo

Aspetti fiscali

Prima di chiudere la contabilità bisogna effettuare tutta una serie di operazioni che hanno implicazioni fiscali. Bisogna assestare il conto merci, registrare gli ammortamenti, i ratei attivi e passivi, effettuare le dichiarazioni dell'IVA, stabilire come e su quali conti deve essere ripartito l'utile ed effettuare tante altre operazioni di verifica e controllo.

Dal punto di vista del programma, l'ammontare dell'utile è indifferente a fine anno, cambia invece molto dal punto di vista fiscale. Questi aspetti devono essere verificati con il proprio fiscalista e commercialista. La prima volta che gestisci una contabilità può essere utile, prima di procedere alle chiusure, consultare con un esperto per capire quali sono le esigenze. I commercialisti solitamente sono molto impegnati tra la fine dell'anno e i mesi che precedono la scadenza del termine di presentazione delle imposte. Può essere quindi utile trovarsi con il proprio commercialista o inviargli la contabilità qualche mese prima della chiusura per sapere come procedere. 

  • Nella contabilità multi-moneta immette come cambi di apertura i cambi di chiusura dell'anno precedente.
  • Se ci sono dei dati nella tabella Preventivo, riporta i movimenti nel nuovo anno tenendo conto delle impostazioni.
  • Se è attivata l'opzione Segmenti, crea delle registrazioni d'apertura per i segmenti.

Questa operazione può essere ripetuta più volte ed è possibile eseguirla in tutta sicurezza, infatti l'integrità dei dati durante il passaggio al nuovo anno é garantita e non vi è nessuna perdita di informazioni.

Se con l'anno nuovo si vuole passare a una contabilità di altro tipo (con multi-moneta o con IVA) procedere con la creazione del nuovo file e poi usare il comando Strumenti → Converti in nuovo file.

Se si vuole invece creare una copia del file, senza riportare i saldi, usare il comando Strumenti → Crea copia file

Registrazioni contabili di chiusura

A fine esercizio, prima di passare al nuovo anno, ci sono delle operazioni contabili di chiusura e di controllo da eseguire.

  • Ammortamenti.
  • Assestare il magazzino.
  • Rilevare le fatture dei clienti e dei fornitori aperti al 31.12.
  • Assestare il conto IVA.
  • Assestare il conto Imposte e tasse.
  • Registrare i conguagli AVS/AD.
  • Stornare gli anticipi per gli assigni familiari.
  • Registrare i conguagli per le assicurazioni Lainf, Lainf complementare e Indennità malattia.

Controlli e verifiche

Banana Contabilità include diverse funzioni di controllo e verifiche che sono raggruppate nel comando Controlla contabilità. Il comando si attiva dal menu Azioni → Controlla contabilità. È un comando che esegue in automatico varie verifiche e segnala:

  • Differenze nei saldi di apertura.
  • Differenze nella tabella Registrazioni.
  • Differenze tra saldi bancari degli estratti conto e saldi contabili (funzione CheckBalance).
  • Errori nei dati base.
  • Errori nella struttura dei conti nella tabella Conti.

Oltre alle funzioni presenti nel comando Controlla contabilità, Banana Contabilità Plus, presenta nella tabella Registrazioni la colonna Saldo, che permette di rilevare tutte le righe dove si vengono a creare delle differenze. Basta un rapido scorrimento della colonna per individuare subito le differenze contabili e correggere, senza riportare errori nel nuovo anno.

Blocco, Stampe e Archiviazione

Una volta eseguite le registrazioni di chiusura e di verifica, consigliamo di procedere con le funzioni di blocco contabilità e le stampe di fine esercizio:

  • Bloccare le registrazioni per evitare modifiche dopo la chiusura e assicurare l'integrità dei dati.
  • Creare dossier PDF per avere tutti i documenti dell'intero esercizio (schede conto, giornale, rendiconti IVA, report mensili, trimestrali e annuali...) in un unico file PDF
  • Archiviare con il salvataggio dei file della contabilità e le stampe in pdf. Eventualmente fare delle copie di sicurezza su una unità di disco esterno.

 

Ripartizione utile/perdita

 

 

Totale da ripartire
Il programma indica automaticamente l'importo dell'utile o della perdita da ripartire.

Conti
Seleziona il conto o i conti (fino a tre) in cui deve essere ripartito il risultato d'esercizio. Nel caso in cui ci fossero più conti per la destinazione del risultato di esercizio, occorre inserire l'importo manualmente nelle apposite caselle.

Se viene indicato un solo conto, l'importo verrà automaticamente inserito nel conto selezionato dalla lista.
Il programma aggiorna automaticamente i saldi iniziali.  Il totale attivi corrisponde esattamente al totale passivi.

Ripartizione del risultato d'esercizio su un numero di conti maggiore di tre
In questo caso ripartire in automatico il risultato d'esercizio solo sul conto Utili e perdite riportate e andare avanti con la creazione del nuovo anno.
Nel nuovo anno (nuovo file), nella tabella Registrazioni, eseguire una registrazione multipla per stornare il risultato d'esercizio dal conto Utili e perdite riportati ai conti desiderati.

 

 

    help_id
    DlgDoppiaRiportaSaldi

    Aiutaci a migliorare la documentazione

    Sono benvenuti suggerimenti per come migliorare questa pagina.

    Informaci quale tema necessita di una spiegazione migliore o come chiarire meglio un argomento.

    Condividi questo articolo: Twitter | Facebook | LinkedIn | Email