Creare il rendiconto di cassa da una contabilità esistente

In questo articolo

Se stai già tenendo la contabilità della tua associazione con Banana usando un modello non predisposto per la stampa del nuovo Rendiconto di cassa (così come il Rendiconto gestionale e lo Stato patrimoniale), puoi adattare il tuo attuale piano dei conti per ottenere la rendicontazione senza dover quindi cambiare il file contabile.

Prima di adattarlo devi Convertire il tuo file attuale in un nuovo file (Strumenti → Converti in nuovo file) dello stesso tipo. Ad esempio se stai usando la contabilità in Partita doppia, dovrai convertirlo ancora in una contabilità in Partita doppia. Facendo questa conversione sei sicuro che il file legge correttamente i nuovi codici in maiuscolo e minuscolo.

In seguito ci sono due metodi per adattare il piano dei conti:

Metodo 1: utilizzare la colonna Gr1 (consigliato)

Questo è il metodo che consigliamo, perché più semplice e veloce da attuare. Va bene per qualsiasi piano dei conti, sia con un piano molto semplice con pochi conti senza raggruppamenti, sia con un piano che presenta alcuni raggruppamenti. È ideale quindi per le piccole e medie associazioni.

Ecco come devi procedere:

  • Nel piano dei conti dovrai modificare i codici presenti nella colonna Gr1 (vedi immagine qui sotto). Se nel file non hai la Gr1, la devi aggiungere (vedi Disponi colonne).

    Colonna da modificare del vecchio piano contabile per ottenere il rendiconto di cassa

Il nuovo piano dei conti ha una struttura con numeri di conto, descrizioni e raggruppamenti un po' diversi rispetto al vecchio.

Esempio con il conto “Quote associative”:

Il conto “Quote associative” ha il vecchio codice “R1” (legato alla vecchia rendicontazione).

Esempio quote associative vecchio codice

Nella tabella il nuovo codice del conto “Entrate da quote associative e apporti dei fondatori” è “RA1”. Scrivi il nuovo codice nella cella corrispondente, rimpiazzando quello vecchio.

Esempio quote associative nuovo codice
Se presente, alla voce "Totale da partitario clienti" (o fornitori) NON devi mettere il codice Gr1, siccome va messo il codice "TPC" (o "TPF") direttamente per ogni conto cliente o fornitore che hai nel partitario. In questo modo il valore di ogni cliente/fornitore viene direttamente riportato nello Stato patrimoniale alle voci "Crediti verso utenti e clienti" (ACII1) e "Debiti verso fornitori" (PD7).

Lo stesso, se presente, anche per la voce "Avanzo/Disavanzo d'esercizio" nel Passivo, NON devi mettere il codice Gr1, siccome non è un conto ma il valore è riportato dal risultato ottenuto dai "Ricavi - Costi" (il PAIV, che viene direttamente riportato nello Stato patrimoniale come Avanzo/Disavanzo).

  • Questa procedura dovrai farla per ogni conto che hai nel tuo piano.

  • I numeri o nomi dei Conti e le rispettive Descrizioni possono rimanere così come sono attualmente.

  • Quando vorrai creare il rendiconto, nella finestra dei Parametri, controlla che nella voce “Colonna raggruppamento (nome XML colonna)” ci sia "Gr1”, dato che i nuovi codici li hai inseriti nella colonna “Gr1”.
    Tabella dei parametri per il rendiconto

 

Metodo 2: utilizzare la colonna Somma in

Questo metodo è un po' più elaborato, perché permette di ottenere una struttura più dettagliata. Lo si può scegliere quando si hanno tanti conti e si ha già una struttura con diversi raggruppamenti. Di solito è una situazione per le grandi associazioni.

Ecco come devi procedere:

Il nuovo piano dei conti ha una struttura con numeri di conto, descrizioni e raggruppamenti un po' diversi rispetto al vecchio.


Esempio con il conto “Contributi associativi”:

Il conto “Contributi associativi” ha il valore 40 per la somma del gruppo (colonna Somma In).
Esempio contributi associativi colonna gr attuale

Nella tabella il nuovo codice per la rendicontazione del conto “Contributi associativi” è “RA1”. Scrivi il nuovo codice nella cella corrispondente, rimpiazzando il 40. A questo punto, sotto il conto "Contributi associativi" devi aggiungere una nuova riga, che servirà per la somma. Metti il codice "RA1" nella colonna gruppo, inserisci una descrizione e nella colonna Somma In inserisci un valore che desideri (in questo caso teniamo il 40 che usavamo in precedenza).
Esempio contributivi associativi con nuovo codice e raggruppamento
 

  • Questa procedura dovrai farla per ogni conto che hai nel tuo piano. Puoi capitare che due o più conti abbiano lo stesso codice per la rendicontazione (vedi "Cucina" e "Bar" qui sotto), in questo caso la riga sotto aggiuntiva sarà una sola e riporta la somma di questi conti (in questo caso la riga con "RC1" per Ricavi cucina e bar)
    Continuando con questa procedura, avremo questa situazione:
    Esempio ricavi con nuovi codici e raggruppamento
     
  • Quando vorrai creare il rendiconto, nella finestra dei Parametri, nella voce “Colonna raggruppamento (nome XML colonna)” ci dovrà essere scritto "Gr”.

 

Aiutaci a migliorare la documentazione

Sono benvenuti suggerimenti per come migliorare questa pagina.

Informaci quale tema necessita di una spiegazione migliore o come chiarire meglio un argomento.

Condividi questo articolo: Twitter | Facebook | LinkedIn | Email