Storni / Nota di credito

Nel caso si deve stornare un'operazione registrata in precedenza, occorre, per lo storno dell'IVA, far precedere dal segno meno lo stesso codice IVA, utilizzato per registrare l'operazione iniziale. In questo modo l'importo IVA viene rettificato.

In alternativa al segno meno, davanti al codice IVA, è possibile utilizzare dei codici che fanno riferimento a degli sconti, impostati già nella tabella Codici IVA.
 

Esempio di una nota di credito su vendite

Quando si vende merce e il cliente riscontra un difetto, normalmente si emette una nota di credito a suo favore. La nota di credito comporta una diminuzione di ricavo e di conseguenza un recupero IVA.

Registriamo una vendita per un importo di CHF 12'000.-, IVA inclusa del 7.7%. Per un difetto della merce venduta, concediamo al cliente una nota di credito per un importo di CHF 200.-

Per recuperare l'IVA sull'importo della nota di credito occorre registrare il codice IVA delle vendite preceduto dal segno meno.
 

Esempio di una nota di credito su acquisti

Nel caso in cui riceviamo una nota di credito da un fornitore, la procedura per la registrazione è analoga: si invertono i conti utilizzati per l'acquisto e si inserisce lo stesso codice IVA, preceduto dal segno meno.

Registriamo una fattura di acquisto merce per CHF 3'000.-, IVA inclusa del 7.7%. Per un difetto della merce acquistata, il fornitore ci concede uno sconto di CHF 300.-

 

 

Aiutaci a migliorare la documentazione

Sono benvenuti suggerimenti per come migliorare questa pagina.

Dicci quale tema necessita di una spiegazione migliore o come chiarire meglio un argomento.

Condividi questo articolo: Twitter | Facebook | Email