Rendiconto per Cassa Enti del Terzo Settore

Neste artigo

Con Banana Contabilità Plus ottenere il Rendiconto per cassa è molto semplice e veloce. Il programma utilizza i dati già inseriti nella contabilità: per ogni conto delle Entrate e delle Uscite specifichi il rispettivo codice (Gr1) e devi soltanto dare il comando per la creazione automatica del rendiconto.

Video: Come fare il Rendiconto per cassa (1:03)

Presentazione rendiconto di cassa

Prova subito a creare un rendiconto di cassa

Importi anno precedente

Gli importi dell'anno precedente sono obbligatori, in quanto il rendiconto prevede la colonna dell'anno precedente come deciso dal Ministero.
Per inserire i saldi dell'anno precedente, che verranno riportati nella colonna apposita del Rendiconto per cassa, bisogna inserirli manualmente per ogni Conto e Categoria nella colonna Precedente. Questa procedura è la stessa anche per avere i valori dell'anno precedente nel Rendiconto gestionale e nello Stato patrimoniale.

Bisogna metterli soltanto il primo anno che si inizia la contabilità, perché in seguito, creando un nuovo anno contabile, il software mette i saldi dell'anno appena chiuso nella colonna Precedente del nuovo anno.

Se non si mettono i valori dell'anno precedente per i conti della liquidità (Cassa, Banca, ... ), il programma potrebbe segnalarvi un Messaggio d'errore nel Rendiconto per cassa.

Colonna Precedente dove inserire i valori dell'anno scorso

Registrazioni rendiconto di cassa

La pagina Registrazioni tipo per ETS ti aiuterà a capire come fare le registrazioni in una contabilità Entrate/Uscite per ottenere il Rendiconto di cassa. Vi sono elencate le registrazioni più ricorrenti, che i piccoli ETS si trovano a dover inserire nelle loro contabilità.

 

Come creare il rendiconto di cassa

Ricordiamo che per poter creare il Rendiconto di cassa è necessario avere almeno il piano Professional di Banana Contabilità Plus.

  • Seleziona dal menu Estensioni > Rendiconti Enti Terzo Settore (ETS) Italia > Rendiconto per Cassa.
  • Seleziona il periodo e definisci alcuni parametri per la stampa del rendiconto:
    • Stampa Logo.
      Includi il logo nell'intestazione della pagina. Il logo deve essere prima impostato con la funzione Imposta logo.
    • Stampa testo indirizzo.
      Includi l'indirizzo nell'intestazione della pagina. I dati dell'indirizzo vengono ripresi dalle impostazioni di base, sezione Indirizzo (società, indirizzo1, cap, località, telefono, web, email).
    • Testo indirizzo alternativo.
      In alternativa è possibile inserire a mano il testo su più righe da utilizzare.
      Se il campo è vuoto verrà utilizzato l'indirizzo ripreso dalle impostazioni di base, altrimenti verrà utilizzato il testo indicato.
    • Stampa titolo.
      Includi il titolo a inizio pagina utilizzando il testo predefinito.
    • Testo titolo alternativo.
      In alternativa è possibile inserire un testo personalizzato.
    • Testo iniziale.
      Inserisci un testo su più righe che apparirà dopo il titolo.
      Vedi paragrafo Testo iniziale rendiconto.
    • Colonna raggruppamento.
      Inserisci il nome XML della colonna utilizzata per indicare i codici necessari da usare per ottenere il rendiconto (valore predefinito Gr1).
    • Inserisci fine pagina prima di investimenti/disinvestimenti.
      Inserisci un'interruzione pagina subito prima della sezione investimenti e disinvestimenti.
    • Stampa colonna raggruppamento.
      Include la colonna dei codici di raggruppamento nel rendiconto.
    • Note finali.
      Inserisci un testo su più righe che apparirà in fondo al rendiconto.
    • Colore intestazioni tabelle.
      Seleziona il colore che vuoi utilizzare come sfondo nelle intestazioni delle tabelle.
    • Stampa report con dettagli movimenti anno corrente.
      Attiva questa opzione per creare una stampa di controllo con i dettagli dei movimenti per ogni voce del rendiconto.

      impostazioni report rendiconto per cassa ets

Cliccando sul pulsante Aiuto, in basso a destra nella finestra dei Parametri, arriverai in questa pagina. Utile in caso di problemi o sei hai bisogno di maggiori spiegazioni sul rendiconto.

Esempio di stampa

rendiconto cassa mod d terzo settore

Testo iniziale rendiconto

Nei parametri del rendiconto, utilizza il campo Testo iniziale per inserire delle informazioni supplementari da stampare sul rendiconto.

Il testo può essere inserito su più righe, e normalmente sarebbe utile indicare:

  • Data approvazione rendiconto
  • Nome presidente
  • Codice fiscale associazione

Codici da utilizzare per il rendiconto

Per la creazione del Rendiconto di cassa ad ogni conto deve essere associato il codice corrispondente. Questi codici devono essere inseriti nella colonna Gr1.

I codici Gr1 servono all'estensione per riportare gli importi nel rendiconto di cassa.

CODICEDESCRIZIONE CONTO
 A - Entrate da attività di interesse generale
RA1(A1) Entrate da quote associative e apporti dei fondatori
RA2(A2) Entrate agli associati per attività mutuali 
RA3(A3) Entrate per prestazioni e cessioni ad associati e fondatori
RA4(A4) Erogazioni liberali 
RA5(A5) Entrate del 5 per mille
RA6(A6) Contributi da soggetti privati 
RA7(A7) Entrate per prestazioni e cessioni a terzi 
RA8(A8) Contributi da enti pubblici 
RA9(A9) Entrate da contratti con enti pubblici 
RA10(A10) Altre entrate
 A - Uscite da attività di interesse generale
CA1(A1) Materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci
CA2(A2) Manutenzioni e assistenza
CA2(A2) Consulenze fiscali e del lavoro
CA2(A2) Pulizie locali
CA3(A3) Canoni di locazione
CA3(A3) Noleggio attrezzature
CA3(A3) Diritti SIAE
CA4(A4) Personale dipendente 
CA4(A4) Contributi previdenziali su dipendenti
CA4(A4) T.f.r.
CA4(A4) Rimborsi spese al personale dipendente
CA4(A4) Contributi inail
CA4(A4) Collaborazioni a progetto e occasionali
CA4(A4) Contributi previdenziali su collaborazioni a progetto e occasionali
CA4(A4) Rimborsi spese al personale atipico e occasionale
CA4(A4) Consulenze (es. fisioterapista)
CA7(A5) Uscite diverse di gestione
 B - Entrate da attività diverse
RB1(B1) Entrate per prestazioni e cessioni ad associati e fondatori
RB2(B2) Contributi da soggetti privati      
RB3(B3) Entrate per prestazioni e cessioni a terzi      
RB4(B4) Contributi da enti pubblici      
RB5(B5) Entrate da contratti con enti pubblici     
RB6(B6) Altre entrate
 B - Uscite da attività diverse 
CB1(B1) Materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci  
CB2(B2) Servizi
CB3(B3) Godimento beni di terzi
CB4(B4) Personale
CB7(B5) Uscite diverse di gestione
 C - Entrate da attività di raccolta fondi
RC1(C1) Entrate da raccolte fondi abituali     
RC2(C2) Entrate da raccolte fondi occasionali     
RC3(C3)  Altre entrate da raccolta fondi
 C - Uscite da attività di raccolta fondi
CC1(C1) Uscite per raccolte fondi abituali      
CC2(C2) Uscite per raccolte fondi occasionali
CC3(C3) Altre uscite
 D - Entrate da attività finanziarie e patrimoniali
RD1(D1) Interessi bancari attivi
RD2(D2) Entrate da altri investimenti finanziari
RD3(D3) Entrate da patrimonio edilizio     
RD4(D4) Entrate da altri beni patrimoniali
RD5(D5) Altri entrate finanziari e patrimoniali
 D - Uscite da attività finanziarie e patrimoniali 
CD1(D1) Interessi passivi su mutui
CD2(D2) Uscite su investimenti finanziari
CD3(D3) Uscite da patrimonio edilizio
CD4(D4) Uscite su altri beni patrimoniali
CD6(D6) Altre uscite finanziarie
 E - Entrate da attività di supporto generale
RE1(E1) Proventi da distacco del personale
RE2(E2) Altri proventi di supporto generale
 E - Uscite da attività di supporto generale
CE1(E1) Materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci
CE2(E2) Servizi
CE3(E3) Godimento beni di terzi
CE4(E4) Personale
CE7(E5) Altre uscite
 Avanzo/disavanzo d'esercizio prima delle imposte
IMImposte
 Entrate da disinvestimenti in immobilizzazioni o da flussi di capitale di terzi
RF1Disinvestimenti di immobilizzazioni inerenti alle attività di interesse generale
RF2Disinvestimenti di immobilizzazioni inerenti alle attività diverse
RF3Disinvestimenti di attività finanziarie e patrimoniali
RF4Ricevimento di finanziamenti di prestiti
 Uscite da investimenti in immobilizzazioni o da deflussi di capitale di terzi
CF1Investimenti in immobilizzazioni inerenti alle attività di interesse generale
CF2Investimenti in immobilizzazioni inerenti alle attività diverse
CF3Investimenti in attività finanziarie e patrimoniali
CF4Rimborso di finanziamenti di prestiti
IMRCImposte (Flussi finanziari)
 Banca e Cassa
ACIV1Banca
ACIV3Cassa
 G - Proventi figurativi
RG1(G1) Proventi figurativi da attività di interesse generale     
RG2(G2) Proventi figurativi da attività diverse   
 G - Costi figurativi
CG1(G1) Costi figurativi da attività di interesse generale     
CG2(G2) Costi figurativi da attività diverse   

 

Messaggi d'errore nel Rendiconto di cassa

Durante la creazione del rendiconto di cassa, il software controlla la presenza di eventuali errori e li segnala con dei messaggi.

Prima di depositare al RUNTS il Rendiconto di cassa, gli eventuali errori dovrebbero essere corretti in modo che non vi sia più nessuna segnalazione.

  • "[<tabella>: Riga <xx>] colonna <Gr1>, valore <xxxx> Codice gruppo inserito errato. Modificare il codice gruppo nella tabella <tabella>."
    Le cause possono essere:
    • Hai inserito dei codici errati nella colonna Gr1 (o Gr / SommaIn nel caso si utilizzi quella colonna) per il raggruppamento del rendiconto di cassa.
      Significa che alla riga della tabella indicata, il codice inserito nella colonna Gr1 non è corretto.
      Si consiglia di controllare la tabella con i Codici da utilizzare per il rendiconto e correggere.
    • I codici sono giusti, ma può essere che hai indicato la colonna sbagliata nelle impostazioni in fase di creazione del rendinconto di cassa.
      Come indicato nel paragrafo Come creare il rendiconto di cassa, vi è un'opzione chiamata "Colonna raggruppamento" dove devi indicare la colonna che utilizzi per i codici di raggruppamento.
      Se nel piano dei conti utilizzi la colonna Gr1, inserisci Gr1 anche nelle impostazioni in fase di creazione del rendiconto di cassa.
      Se nel piano dei conti utilizzi la colonna Gr / Somma In, inserisci Gr anche nelle impostazioni in fase di creazione del rendiconto di cassa.
       
  • "La somma della liquidità iniziale + avanzo/disavanzo non è uguale alla liquidità finale. Importo differenza = XXX"
    • Viene controllata la seguente uguaglianza: Cassa e Banca dell'anno precedente + Avanzo/Disavanzo corrente = Cassa e Banca corrente.
    • In caso di uguaglianza non verificata:
      • Nel rendiconto di cassa appare un messaggio in rosso. Inoltre viene visualizzata una tabella per il controllo quadratura con i dettagli.

        Esempio del messaggio d'errore nel rendiconto di cassa
         
      • Le cause possono essere:
        • Non hai inserito i valori della Cassa e della Banca dell'anno scorso (nella colonna Precedente).
        • Hai dimenticato di inserire un Centro di costo (CC2) quando hai fatto una o più registrazioni patrimoniali, ovvero quando si usano due conti della situazione patrimoniale per registrazione investimenti o prestiti.
        • Vedi errori seguenti.
           
  • "Per il Rendiconto di Cassa sono ammesse solo registrazioni con conti della liquidità (Banca e Cassa)."
    • Vengono controllate le registrazioni contabili.
    • Le registrazioni senza un conto liquidità (Cassa, Banca) vengono segnalate come errore.
    • Il controllo serve anche per evitare l'errore del controllo quadratura.
    • Nel caso di registrazioni su più righe, controllare che il conto della Liquidità sia sempre sulla prima riga.
       
  • "Saldo colonna Precedente mancante. Il saldo della colonna Apertura deve essere riportato nella colonna Precedente."
    • Controlla le colonne Apertura e Precedente dei conti della liquidità (Cassa e Banca) nella tabella Conti.
    • Se si inserisce un saldo nella colonna Apertura, lo stesso saldo deve anche essere inserito nella colonna Precedente.
    • Il controllo serve anche per evitare l'errore del controllo quadratura.
       
  • "I saldi delle colonne Apertura e Precedente sono differenti. Modificare i saldi in modo che siano uguali."
    • Controlla le colonne Apertura e Precedente dei conti della liquidità (Cassa e Banca) nella tabella Conti.
    • I saldi delle colonne Apertura e Precedente devono essere uguali.
    • Il controllo serve anche per evitare l'errore del controllo quadratura.

Stampa report con dettagli movimenti

Attivando l'opzione Stampa report con dettagli movimenti anno corrente nei parametri dell'estensione, anziché creare il normale Rendiconto per Cassa, viene generato un report che include anche i dettagli dei movimenti dell'anno corrente per ogni voce del rendiconto.

  • I dettagli dei movimenti sono inseriti in una tabella subito sotto la voce del rendiconto.
  • La tabella è formata dalle colonne:
    • Data, Doc, Descrizione, Conto, Entrate/Dare, Uscite/Avere, Saldo.
  • Se una voce non ha movimenti, i dettagli non vengono indicati.

Anteprima del report con dettagli movimenti

Cos'è il Rendiconto per cassa

Il Rendiconto di cassa si basa sul relativo schema definito dal Ministero ed è richiesto agli Enti del terzo settore con ricavi fino a EUR 220'000. Questi enti possono tenere la contabilità secondo il principio di cassa, registrando quindi gli importi solo quando vi è l'entrata o l'uscita. Non sono tenuti a presentare il bilancio, ma unicamente il Rendiconto di cassa.

Nel rendiconto di cassa le entrate e le uscite sono raggruppate in: attività di interesse generale, attività diverse, attività di raccolta fondi e attività finanziarie.
Vi sono inoltre le sezioni di investimenti e disinvestimenti in immobilizzazioni o da flussi di capitali di terzi e di costi e proventi figurativi. Vengono anche evidenziati il saldo della cassa e della banca o posta, e la voce avanzo/disavanzo complessivo.

help_id
ch.banana.it.extension.rendicontocassa.mod.d

Help us improve the documentation

We welcome feedback on how to improve this page.

Tell us what theme needs a better explanation or how to clarify a topic.

Share this article: Twitter | Facebook | LinkedIn | Email