You are here

Registro beni ammortizzabili

Per una gestione professionale dei beni ammortizzabili con i relativi ammortamenti, svalutazioni, rivalutazioni e altri cambiamenti.
Il programma calcola in automatico gli ammortamenti in base ai parametri impostati. Viene mantenuto uno storico, e i dati possono poi essere importati in contabilità. 

Come tenere il proprio registro Beni ammortizzabili

Qui si riassumono i passi per gestire il proprio registro:

  1. Creare un nuovo file del tipo Registro Beni ammortizzabili: menu File, comando Nuovo,
  2. Inserire nella tabella Articoli i diversi oggetti che sono stati acquistati, impostando i diversi valori e i parametri per il calcolo dell'ammortamento.
    Si possono creare dei gruppi per articoli che hanno gli stessi parametri.
  3. Alla fine del periodo impartire il comando Creare righe d'ammortamento a partire dal menu Utilità1.
    Il programma crea delle righe di ammortamento per i singoli beni, in base ai parametri specificati.
  4. Gli ammortamenti possono essere importati in contabilità con il comando Importa in Contabilità -> Movimenti (dal menu Conta1).

I contenuti del Registro beni ammortizzabili

Il file del registro beni ammortizzabile é composto dalle seguenti tabelle:

  • Articoli - dove si indica l'elenco dei beni ammortizzabili, i parametri per l'ammortamento e altre informazioni utili.
  • Registrazioni - per registrare gli ammortamenti, le svalutazioni acquisti o le rivalutazioni.
  • Tipo Ammortamento - indica i diversi tipi di ammortamento.
  • Tipo registrazione - tipo operazione di registrazione.

La logica del Registro beni ammortizzabili

A differenza delle tabelle di Excel, che gestiscono di regola solo i cambiamenti del valore contabile, questo applicativo lavora con una logica contabile e offre una soluzione completa per tutte le esigenze:

  • Nella tabella Articoli si elencano i singoli beni, con la data, valore di acquisto, tipo e percentuale d'ammortamento e altri elementi.
  • Nella tabella Registrazioni si indicano gli ammortamenti, rivalutazioni o svalutazioni per ogni singolo bene.
    • È lo storico di tutti i cambiamenti di valore del bene, dall'acquisto fino alla dismissione.
    • Il comando Crea righe d'ammortamento calcola gli ammortamenti in base alle impostazioni della tabella Articoli e genera delle righe di ammortamento.
    • I valori delle registrazioni possono essere modificati (nel caso in cui si necessiti di un calcolo diverso al primo anno). 
    • Si possono inserire registrazioni per aumenti di valore, ammortamenti speciali, rettifiche del valore fiscale o altro.
  • Le operazioni di ammortamento sono riprese nel file della contabilità con il comando Importa in contabilità.

Tenuta a giorno delle diverse valutazioni dei beni

Il programma tiene il computo e permette di gestire variazioni dei diversi valori:

  • Valore d'acquisto del bene
    Valore iniziale + acquisto - vendite
    L'esborso complessivo per l'acquisto di un bene. Comprende il valore d'acquisto più registrazioni di acquisto e vendita.
  • Valore storico 
    Valore d'acquisto +/- operazioni di svalutazione o rivalutazione
    Quello che serve per il calcolo dell'ammortamento sul valore storico.
  • Valore contabile
    Valore storico +/- rettifiche dovute ad ammortamenti.
    Quello gestito in contabilità.
  • Valore fiscale
    Valore contabile +/- rettifiche del valore fiscale.
    Quello effettivamente riconosciuto dal fisco.

Share this article: Twitter | Facebook | Email


Aiutaci a migliorare la documentazione

Sono benvenuti suggerimenti per come migliorare questa pagina.
Dicci quale tema necessita di una spiegazione migliore o come chiarire meglio un argomento.