Registro beni ammortizzabili

Il registro beni ammortizzabili (vedi breve presentazione) è un applicativo facile da usare (vedi Inizia un Registro beni ammortizzabili, che ti permette di:

  • Tenere l'elenco dei beni che devono essere ammortizzati in base alle normative fiscali.
  • Calcolare in automatico gli ammortamenti o per i casi speciali, adattare gli importi manualmente.
  • Scegliere se avere ammortamenti mensili, trimestrali, semestrali o annuali.
  • Riprendere direttamente gli ammortamenti nella contabilità Banana.
  • Gestire altri cambiamenti di valore ( acquisti successivi,  vendite, dismissioni, o altro) relative a ciascun bene.
  • Avere uno storico di tutti i cambiamenti di valore di ciascun bene.
  • Gestire altre informazioni relative a ciascun bene, come scadenza garanzia, assicurazione, collocazione.

Ottimo sostituto delle tabelle Excel per gli ammortamenti

Il registro Beni ammortizzabili è uno strumento molto preciso, ma anche malleabile che puoi adattare perfettamente alle tue esigenze. Ti permette di automatizzare il calcolo degli ammortamenti, ma ti da anche la possibilità di inserire gli ammortamenti manualmente, così che quanto ci sono casi particolari o eccezioni, non sei obbligato a modificare formule e totali.
Il modo d'uso è ispirato a Excel, è quindi d'uso immediato e se sbagli puoi sempre modificare. Risparmi tempo e grazie allo storico di tutte le modifiche hai una situazione chiara in caso di verifiche fiscali.

L'applicativo può essere usato in abbinamento ad altri programmai di contabilità, sei molto più flessibile e risparmi anche sui costi di licenza. Per ogni periodo (mese, trimestre, semestre o anno) puoi avere una stampa del riassunto delle degli ammortamenti da registrare nel tuo programma contabilità. Se desideri puoi anche esportare i dati.
 

I contenuti del Registro beni ammortizzabili

Il file del registro beni ammortizzabile é composto dalle seguenti tabelle:

  • Articoli - dove si indica l'elenco dei beni ammortizzabili, il valore d'acquisto iniziale e i parametri per il calcolo dell'ammortamento e altre informazioni utili alla gestione dei beni.
  • Registrazioni - per registrare gli ammortamenti, le svalutazioni acquisti o le rivalutazioni.
  • Tipo Ammortamento - indica i diversi tipi di ammortamento.
  • Tipo registrazione - tipo operazione di registrazione.

Gestione facile e precisa grazie alla logica contabile

A differenza delle tabelle di Excel, le modifiche di valore (ammortamenti, nuovi acquisti, svalutazioni) non sono inseriti in colonne, ma in una tabella delle registrazioni.

  • Nella tabella Articoli si elencano i singoli beni, con la data, valore di acquisto, tipo e percentuale d'ammortamento e altri elementi.
  • Nella tabella Registrazioni si indicano gli ammortamenti, rivalutazioni o svalutazioni per ogni singolo bene.
    • È lo storico di tutti i cambiamenti di valore del bene, dall'acquisto fino alla dismissione.
    • Il comando Crea righe d'ammortamento calcola gli ammortamenti in base alle impostazioni della tabella Articoli e genera delle righe di registrazione.
    • Gli ammortamenti possono essere calcolati mensilmente, trimestralmente, semestralmente o ogni anno.
    • I valori delle registrazioni possono essere inseriti e modificati manualmente. Puoi così facilmente risolvere qualsiasi eccezione o caso particolare. 
    • Si possono inserire registrazioni per aumenti di valore, ammortamenti speciali, rettifiche del valore fiscale o altro.
  • Le operazioni di ammortamento sono riprese nel file della contabilità con il comando Importa in contabilità.

Ogni articolo ha diversi valori

Contrariamente alla contabilità, dove si tiene generalmente solo il valore contabile attuale, nel registro beni ammortizzabili, per ogni articolo vengono tenuti diversi valori.

  • Si parte dal valore di acquisto iniziale, che è inserito manualmente nella tabella articoli.
  • Tutti gli altri valori sono calcolati dal programma aggiungendovi le variazioni inserite nella tabella registrazioni.
  • Nella tabella Registrazioni per ogni tipo di variazione vi è una colonna apposita dove inserire il valore.
    • Gli aumenti sono inseriti in positivo.
    • Le diminuzioni (come ammortamenti) sono inseriti in negativo.
  • Nella tabella articoli per ogni valore vi è il totale e la variazione.
  Valore iniziale (inserito manualmente nella tabella Articoli)
+ Acquisti. produzione propria di ammodernamento
- Vendite
= Valore d'acquisto del bene (L'esborso complessivo per l'acquisto).
+ Rivalutazioni  (per esempio a seguito dell'inflazione)
- Svalutazioni (cambiano il valore storico, diversi dagli ammortamenti che cambiano solo quello contabile).
= Valore storico (base di calcolo per gli ammortamenti lineari)
+ Ammortamento inverso (storno ammortamento)
- Ammortamenti
= Valore contabile (base per calcolo ammortamenti sul valore residuo)
+ Aumento valore fiscale (ammortamenti non riconosciuti fiscalmente)
- Diminuzione valore fiscale
= Valore fiscale (valore riconosciuto dal fisco)

In questo modo il programma ha tutti gli elementi per calcolare in automatico gli ammortamenti.

help_id
assets

Aiutaci a migliorare la documentazione

Sono benvenuti suggerimenti per come migliorare questa pagina.

Dicci quale tema necessita di una spiegazione migliore o come chiarire meglio un argomento.

Condividi questo articolo: Twitter | Facebook | Email