Tabella Codici IVA

In questo articolo

Impostazioni principali

La tabella Codici IVA è impostata con i codici, le aliquote e i raggruppamenti necessari per ottenere le stampe fiscali.

  • Impostare nei dati base contabilità (File, Proprietà file, IVA) il conto per la scomposizione IVA in automatico.
  • Aggiornare la tabella Codici IVA all'ultima versione:
    Scaricare il file tabella codici IVA Italia.ac2 e importare i codici (menu Azioni, Importa in contabilità, Importa Codici IVA.

Per le informazioni sulle stampe fiscali e i registri IVA consultare la sezione IVA Italia.

Codici IVA e Tipo importo

Ogni codice IVA ha un "Tipo importo" che indica come viene considerato l'importo della registrazione.

  • Tipo importo 0 = la registrazione è IVA inclusa. Il programma scorpora l'IVA dall'importo, affinché nel conto del ricavo rimanga l'imponibile, mentre la parte IVA viene contabilizzata in automatico nel conto IVA. L'importo della registrazione deve essere inserito al lordo (incluso IVA).
  • Tipo importo 1 = la registrazione è IVA esclusa. Il programma calcola l'IVA sull'imponibile, pertanto non vi è nessuna scorporazione. L'importo della registrazione deve essere inserito al netto IVA (importo escluso IVA)
  • Tipo importo 2 = la registrazione è importo IVA al 100 %. Tutto l'importo viene tasferito nel conto IVA.

Criteri di raggruppamento dei codici IVA:

  • V = Vendite
  • C = Corrispettivi
  • A = Acquisti
  • EU = Vendite/acquisti intracomunitari
  • ED = vendite/acquisti con iva ad esigibilità differita
  • IM = Operazioni imponibili
  • NI = Operazioni non imponibile
  • ES =Operazioni esenti
  • NE =Operazioni con IVA non esposta in fattura - per acquisti e vendite Regime del Margine, Agenzie di Viaggio
  • NR =Operazioni non registrate nei Registri IVA, ma solo nel Libro Giornale - operazioni che confluiranno nella casella IMPORTO COMPLESSIVO DELLE OPERAZIONI – OPERAZIONI COMPRENSIVE DELL’IMPOSTA AFFERENTE
  • FC = Operazioni fuori campo IVA
  • Z =Operazioni che vengono registrate al netto IVA (Codici IVA con Tipo importo 1).

La suddivisione principale dei codici IVA

I Codici IVA vengono raggruppati nei seguenti Gruppi principali:

Codici IVA a debito

I codici IVA a debito si registrano sulla stessa riga dove si registrano i Ricavi.

Vendite imponibili (V-IM)

Ne fanno parte tutti i codici iva applicati sulle vendite imponibili che concorrono a determinare il voume di affari ( con eccezione delle vendite non imponibili ed esenti).
In questo gruppo si può notare che con la stessa aliquota ci sono due tipi di codici (codici che iniziano con la V e con la Z). La differenza è dovuta al tipo di importo che si desidera inserire nella registrazione, rispettivamenti tipo importo 0 e 1.

  • V04, V10, V21, V22. Codici IVA da utilizzare per le fatture emesse. Nella registrazione, l'importo s'intende IVA inclusa; l'importo da inserire è al lordo IVA.
  • Z04, Z10, Z21, Z22. Codici IVA da utilizzare per le fatture emesse. Nella registrazione, l'importo s'intende IVA esclusa; l'importo da inserire è al netto IVA.
  • V21-BA, V22-BA. Codici IVA da utilizzare per la vendita di beni ammortizzabili. Nella registrazione, l'importo s'intende IVA inclusa; l'importo da inserire è al lordo IVA.
  • Z21-BA, Z22-BA. Codici IVA da utilizzare per la vendita di beni ammortizzabili. Nella registrazione, l'importo s'intende IVA eslusa; l'importo da inserire è al netto IVA.
  • V-REV. Codice IVA da utilizzare per le vendite con Reverse charge. Nei casi previsti dall'art. 17 comma 5 e comma 6 e dall’art. 74 comma 7 e comma 8 del d.P.R. 633/1972, l'IVA è dovuta non da chi emette fattura ma da colui che la riceve. Applicando questo codice, l'aliquota è zero, pertanto non risulta alcuna imposta da pagare.
  • ZA22-REV. Codice IVA analogo al precedente (V-REV), ma con la differenza che l'importo della registrazione è di tipo 1 (importo IVA esclusa).
  • ZA04-EU, ZA10-EU, ZA21-EU, ZA22-EU. Codici IVA da utilizzare quando si registrano gli acquisti effettuati nei Paesi Membri della Comunità Europea.
  • ZA04-ES, ZA10-ES, ZA21-ES, ZA22-ES. Codici IVA da utilizzare quando si registrano gli acquisti dall'estero.
     

Vendite non imponibili (V-NI)

Trattasi di codici IVA che vengono applicati sulle cessioni di beni e servizi all'esportazione (escluse le cessioni di beni ammortizzabili), comprese quelle effettuate con la Città del Vaticano e S. Marino (art. 8 D.P.R. 633/72) .

  • V-NI1. Si applica questo codice sulle vendite intracomunitarie, non imponibili secondo l'art. 8
  • V-NI2. Si applica questo codice sulle cessioni e prestazioni di servizi intracomunitari.
  • V-NI3. Codice IVA destinato per le vendite non soggette secondo l'art. 74
  • V-NI4. Codice IVA destinato per le vendite non soggette secondo l'art. 3
  • V-NI5. Codice IVA destinato per le vendite non soggette secondo l'art. 8
     

Vendite esenti (V-ES)

Sono i codici iva che vengono applicati per quelle vendite, indicate nell'art. 10 del D.P.R. 633/72, che non prevedono l'applicabilità dell'imposta. Sono vendite esenti, per esempio, quelle che riguardano i trasporti pubblici, le prestazioni sanitari, scolastiche e operazioni relative alla riscossione di tributi) e quelle di carattere fiscale che sono già gravati da altri tributi (cessioni di terreni agricoli, assicurazioni, locazioni immobiliari).

  • V-ES1. Codice IVA da applicare sulle vendite e prestazioni esenti secondo l'articolo 10
  • V-ES2. Codice IVA da applicare sulle cessioni di beni ammortizzabili esente IVA secondo l'art. 10 c. 27/5
  • V-ES3. Codice IVA da applicare sulle vendite esenti IVAsecondo l'art. 1-9
     

Vendite con IVA non esposta (V-NE)

I codici che appartengono a questo gruppo si applicano sulle vendite di beni usati e nell'ambito della vendita di pacchetti turistici. Nel decreto legge 41 del 1995 si trovano i dettagli del caso.

  • V-NE1. Codice IVA da applicare per le vendite in Regime Margine secondo il DL 41/95
  • V-NE2. Codice IVA da apllicare per la vendita di pacchetti turistici Tour Operator.

Vendite fuori campo IVA (V-FC)

I codici IVA appartenenti a questo gruppo vengono applicati per le vendite non soggette all'imposta. Trattasi di operazioni non imponibili ed esenti IVA. Un esempio è dato dai contributi previdenziali, dalle ritenute di acconto e dalle operazioni indicate nell'articolo 15.

  • V-FC1. Codice IVA destinato per le vendite e prestazioni fuori campo IVA
  • V-FC2. Codice IVA destinato per le vendite fuori campo IVA, secondo l'art. 15
  • V-FC3. Codice IVA destinato per le Ritenute d'acconto
  • V-FC4. Codice IVA destinato per i Contributi previdenziali.

Vendite con IVA a esigibilità differita (V-ED)

Il codici IVA di questo gruppo riguardano la cessione di beni e le prestazioni di servizi fornite da imprese o professionisti nei confronti di Enti della Pubblica Amministrazione. Queste operazioni sono regolate dall'articolo 6, comma 5, secondo periodo del DPR n. 633/72.
In questi casi, il codice IVA viene applicato non quando viene emessa la fattura, ma quando si riceve il pagamento da parte della Pubblica Amministrazione.

  • V-ED. Codice IVA da applicare per le vendite con IVA differita
  • V-ED-PA. Codice IVA per esigibilità IVA differite sulle vendite.

Totale vendite (V)

È il gruppo che totalizza tutti i codici IVA con i gruppi intemedi per l'IVA a debito.

Corrispettivi senza ventilazione (C-NVE)

I codici IVA appartenenti a questo gruppo vengono applicati sulle vendite senza emissione di fattura e in questi casi verrà registrata la somma globale incassata giornalmente senza distinzione di aliquota.

  • C0, C04, C10, C21, C22. Codici IVA da utilizzare per i corrispettivi senza ventilazione. La distinzione tra un codice e l'altro è dovuta all'aliquota da utilizzare.

Corrispettivi da ventilare (C-VEN)

  • CV. Codice IVA da utilizzare per i Corripsettivi da ventilare.

Corrispettivi ventilati (C-REG)

  • CV04, CV10, CV21, CV22. Codici IVA da utilizzare sui corrispettivi da ventilare. La distinzione tra un codice e l'altro è dovuta all'aliquota da utilizzare.

Corrispettivi ventilati (C-REG)

  • CV04CV10, CV21, CV22. Codici IVA da utilizzare per i corrispettivi ventilati. La distinzione tra un codice e l'altro è dovuta all'aliquota da utilizzare.

Codici IVA a credito

I codici IVA a credito si registrano sulla stessa riga dove si registrano i Costi.

Beni destinati alla rivendita (A-IM-RI)

Codici IVA da applicare sugli acquisti di beni e servizi soggetti a IVA e destinati alla rivendita.

In questo gruppo si può notare che con la stessa aliquota ci sono due tipi di codici (codici che iniziano con la A e con la B). La differenza è dovuta al tipo di importo che si desidera inserire nella registrazione, rispettivamenti tipo importo 0 e 1.

  • A04-RI, A10-RI, A21-RI, A22-RI. Codici IVA da utilizzare per l'acquisto di beni destinati alla rivendita. Sono di tipo importo 1.
  • B04-RI, B10-RI, B21-RI, B22. Codici IVA da utilizzare per l'acquisto di beni destinati alla rivendita. Sono di tipo importo 2.

Beni strumentali ammortizzabili (A-IM-BA)

Codici IVA da applicare sugli acquisti di beni strumentali soggetti ad ammortamento.

  • A21-BA, A22-BA. Codici IVA da utilizzare per la vendita di beni strumentali, soggetti ad ammortamento. Sono di tipo importo 1.
  • B21-BA, B22-BA. Codici IVA da utilizzare per la vendita di beni strumentali, soggetti ad ammortamento. Sono di tipo importo 2.

Beni strumentali non ammortizzabili (A-IM-BN)

Codici IVA da applicare sugli acquisti di beni strumentali non soggetti ad ammortamento.

  • A04-BN, A10-BN, A21-BN. Codici IVA da utilizzare per la vendita di beni non strumentali, non soggetti ad ammortamento. Sono di tipo importo 1. 
  • B04-BN, B10-BN, B21-BN, B22-BN. Codici IVA da utilizzare per la vendita di beni non strumentali, non soggetti ad ammortamento. Sono di tipo importo 2.

Altri acquisti (A-IM-AL)

Codici IVA da applicare per acquisti diversi, non legati all'attività principale dell'azienda. Ne fanno parte anche i codici IVA da applicare sugli acquisti con IVA indetraibile, socondo gli artt. 19, 19-bis e 19-bis1 del D.P.R. n. 633/72.

  • A04-AL, A10-AL, A21-AL, A22-AL. Codici IVA da utilizzare per acquisti diversi. Sono di tipo importo 1.
  • B04-AL, B10-AL, B21-AL, B22-AL. Codici IVA da utilizzare per acquisti diversi. Sono di tipo importo 2.
  • A10-AL-IN1. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti con IVA indetraibile al 10%.
  • A10-AL-IN2. Codice IVA da utilizzare per le prestazioni alberghiere con IVA indetraibile al 10%.
  • A21-AL-IN1, A22-AL-IN1. Codici IVA da utilizzare per gli acquisti con IVA indetraibile, rispettivamente al 21% e 22%.
  • A21-AL-IN2, A22-AL-IN2. Codici IVA da utilizzare per le manutenzioni di beni ammortizzabili con IVA indetraibile, rispettivamente al 21% e 22%.

Acquisti reverse charge (A-IM-RI-REV)

I codici di questo gruppo si applicano sugli importi di quelle operazioni con il meccanismo del Reverse charge. Le operazioni che prevedono il Reverse charge sono disciplinate dall'art. 17 comma 5 e comma 6 e dall’art. 74 comma 7 e comma 8 del d.P.R. 633/1972. Tamite il Reverse charge, il soggetto che emette fattura non addebita l'iva, ma deve annotare obbligatoriamente che trattasi di "inversione contabile" ed eventualmente citare l'articolo già menzionato. L'acquirente che riceve la fattura deve registrarla sia nel registro delle fatture emesse (autofattura) sia nel registro degli acquisti.
Dal punto di vista finanziario il Reverse charge ha un effetto nullo sia per il soggetto che cede il bene o il servizio, perché non applica l'imposta, sia per l'acquirente che registra l'iva sia a debito che a credito.

  • B22-RI-RE. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti con Reverse charge al 22%.

Acquisti intracomunitari destinati alla rivendita (A-IM-RI-EU)

I codici di questo gruppo riguardano gli acquisti di beni destinati alla rivendita nei Paesi della Comunità Europea. In questi casi, il debitore d'imposta è l'acquirente soggetto passivo; l'Iva è dovuta nel paese di destinazione dei beni.
La base imponibile dell'acquisto intracomunitario è calcolata tenendo conto del prezzo di acquisto del bene più le spese accessorie.

  • B21-RI-EU. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti INTRA al 21%
  • B22-RI-EU. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti INTRA al 22%.

Acquisti imponibili (A-IM)

Si tratta del gruppo che totalizza tutti i codici per gli acquisti imponibili.

Acquisti all'estero (A-NI-X)

I codici IVA appartenenti a questo gruppo si applicano sugli acquisti effettuati all'estero, fuori dalla Comunità Europea.

  • A-X1. Codice IVA per le importazioni dall'estero. Il codici IVA ha aliquota zero.

Acquisti non imponibili (A-NI)

Si tratta di codici IVA che si applicano sugli acquisti non imponibili.

  • A-NI1. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti non imponibili, secondo l'art. 7
  • A-NI2. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti non soggetti a IVA, secondo l'art. 74
  • A-NI3. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti non soggetti a IVA, secondo l'art. 3 c. 4 lett. a
  • A-NI4. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti non imponibili, secondo l'art. 8, dichiarazioni intento
  • A-NI5. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti non imponibili, secondo l'art. 9.

Acquisti esenti (A-ES)

Codici IVA da applicare per gli acquisti esenti. Sono acquisti esenti quelli indicati nell'art. 10 del decreto IVA.

  • A-ES1. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti esenti, secondo l'art. 10
  • A-ES2. Codice IVA da utilizzare per gli acquisti di beni ammortizabili con IVA esente, secondo l'art. 10 c. 27/5.

Acquisti con IVA non esposta (A-NE)

I codici che appartengono a questo gruppo si applicano sugli acquisti di beni usati (nel decreto legge 41/95 del 1995 si trovano i dettagli del caso) e nell'ambito di acquisti di pacchetti turistici presso agenzie di viaggio e turismo (inclusi i tour operator) per le operazioni ex art. 74-ter, DPR n. 633/72.

  • A-NE. Codice IVA da utilizzare per le vendite con Regime di margine, secondo DL 41/95
  • A-NE2. Codice IVA da utilizzare per le vendite di pacchetti turistici di Tour Operator.

Acquisti con IVA fuori campo (A-FC)

I codici IVA appartenenti a questo gruppo vengono applicati per gli acquisti non soggette all'imposta e trattasi di operazioni non imponibili ed esenti IVA (Es. contributi previdenziali, ritenute di acconto, operazioni indicate nell'articolo 15, ecc..).

  • A-FC1. Codice IVA da utilizzare per altri acquisti fuori campo IVA
  • A-FC2. Codice IVA da utilizzare acquisti fuori campo IVA, secondo l'art. 15
  • A-FC3. Codice IVA da utilizzare per le rimanenze
  • A-FC4. Codice IVA da utilizzare per le quote di ammortamento
  • A-FC5. Codice IVA da utilizzare per gli importi indeducibili
  • A-FC6. Codice IVA da utilizzare per le quote di ammortamento sull'avviamento
  • A-FC7. Codice IVA da utilizzare per le ritenute di acconto.

Acquisti con detrazione dell'imposta differita (A-ED)

Il codici IVA di questo gruppo riguardano gli acquisti di beni e le prestazioni di servizi fornite da Enti della Pubblica Amministrazione. Queste operazioni sono regolate dall'articolo 6, comma 5, secondo periodo del DPR n. 633/72.
In questi casi, il codice IVA viene applicato non quando si riceve la fattura, ma quando viene pagata la fattura alla Pubblica Amministrazione.

  • A-ED. Codice IVA da utilizzare per il differimento IVA su acquisti
  • A-ED-PA. Codice IVA da utilizzare per l'esigibilità IVA differita su acquisti.

Totale acquisti (A)

Questo gruppo totalizza tutti i codici intermedi che si riferiscono all'iva a credito.

    Codici IVA Liquidazione

    I codici IVA per la liquidazione periodica e annuale sono necessari per la rendicontazione IVA con i totali di IVA a debito, IVA a credito e pagamento del saldo.

    L = Movimenti liquidazione IVA

    T = Totale complessivo.

    • L-AC = Codice da utilzzare per l'acconto versato
    • L-CIA = Codice da utilzzare per riportare nelle stampe IVA il Credito/debito iniziale per liquidazione annuale
    • L-CO = Codice da utilzzare per il Credito IVA compensabile
    • L-INT = Codice da utilzzare per gli interessi dovuti sulle liquidazioni trimestrali
    • L-RI = Codice da utilzzare per Compensazioni/rimborsi infrannuali.

     

     

    Condividi questo articolo: Twitter | Facebook | LinkedIn | Email